Cronaca

Sequestra il furgone di un collega e pretende i soldi di un lavoro saltato: arrestato

Nei guai è finito un muratore 48enne di Muggiò insieme a un complice

Immagine di repertorio

Pretendeva che un elettricista gli versasse 6mila euro, anche se il lavoro di ristrutturazione commissionato in un appartamento, che avrebbe fruttato oltre 20mila euro, era saltato. E pur di ottenere quella che reputava la “sua parte”, un artigiano non ha esitato a impossessarsi del furgone del primo, minacciando di restituirglielo solo al pagamento dei soldi.

Per questo motivo un muratore di 48 anni, di Muggiò, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per estorsione e nei guai, con una denuncia, insieme a lui è finito anche un complice, un pregiudicato di Gallarate che aveva tenuto in “custodia” il furgone sequestrato.

L'arresto

Giovedì i carabinieri di Desio lo hanno fermato nel corso di un appuntamento sul piazzale di un centro commerciale a Cinisello Balsamo, in cui l’elettricista, dopo aver contattato i carabinieri, ha finto di assecondare la richiesta di denaro. I due artigiani avevano preso in appalto i lavori di restauro di un immobile, a Muggiò.

I fatti

Il lavoro era saltato e il committente aveva liquidato i due con poche migliaia di euro. L’elettricista aveva diviso in due il modesto incasso, ma il muratore non ha voluto sentire ragioni: a suo dire, l’elettricista doveva consegnargli 6mila euro. Per ottenerli, il muratore non ha esitato a minacciare e perseguitare il collega. E alla fine, si è impossessato del suo furgone, dicendo che glielo avrebbe restituito solo dopo il pagamento.

Solo l’intervento dei militari ha posto fine all’estorsione. Quando l'elettricista ha consegnato i soldi nelle mani dell'aguzzino, sono entrati in azione i carabinieri che hanno fatto scattare le manette per il 48enne brianzolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestra il furgone di un collega e pretende i soldi di un lavoro saltato: arrestato

MonzaToday è in caricamento