Arrestati dopo aver tentato un colpo in fabbrica: il giudice li rimette in libertà

È successo a Trezzo sull'Adda nella notte tra martedì e mercoledì 25 luglio

Immagine repertorio

Prima hanno tentato il furto in un'azienda, poi sono stati arrestati dai carabinieri. Infine sono stati rimessi in libertà al termine del processo per direttissima. È la vicenda di due malviventi di 45 e 37 anni, entrambi già noti alla giustizia, fermati nella notte tra martedì e mercoledì 25 luglio mentre cercavano di rubare nel capannone di un'azienda di Trezzo sull'Adda. La notizia è stata resa nota dai carabinieri della compagnia di Vimercate.

Quando i carabinieri sono arrivati nel capannone i ladri hanno tentato di nascondersi, ma non è servito a nulla, sono stati rintracciati e arrestati: fino a pochi attimi prima stavano rovistando tra gli scarti di produzione dell'azienda, specializzata nel settore dell'arredamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per entrambi sono scattate le manette: hanno passato la notte in caserma e nella mattinata di mercoledì sono stati giudicati per direttissima dal tribunale di Monza. L'epilogo? Sono stati rimessi in libertà con l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento