Cronaca Brugherio

Giardiello in carcere, il pm chiederà la convalida dell'arresto

Sarà inoltrata nella mattinata di venerdì la richiesta di convalida dell'arresto da parte del pm monzese Franca Macchia che giovedì ha interrogato, senza ottenere risposte, Claudio Giardiello in ospedale: l'uomo si trova in carcere

E' in carcere da giovedì sera Claudio Giardiello, l'imprenditore imputato per bancarotta fraudolenta che ha aperto il fuoco con una pistola nella mattinata del 9 aprile all'interno dei locali del Tribunale di Milano, uccidendo tre persone.

Il pubblico ministero Franca Macchia presenterà nella mattinata di venerdì la richiesta di convalida dell'arresto al gip. L'uomo era stato fermato e arrestato giovedì intorno alle 12, un'ora dopo la strage, dai carabinieri di Vimercate nei pressi delle Torri Bianche: in caserma durante l'interrogatorio di garanzia ha accusato un malore ed è stato trasferito al Pronto Soccorso con un'ambulanza scortata. L'interrogatorio è proseguito proprio qui e a cercare di ricostruire quanto accaduto nelle aule di Palazzo di Giustizia era presente il pm monzese Franca Macchia insieme al procuratore aggiunto di Milano Alberto Nobili. 

Per tutto il pomeriggio è stato tenuto sotto osservazione ed è stato sedato perchè in stato di choc. "Si è avvalso della facoltà di non rispondere" ha precisato il suo legale Nadia Savoca. La scientifica ha effettuato i rilievi e ha sottoposto l'uomo alla prova stub che rintraccia i residui di polvere da sparo. 

Nella serata di giovedì Giardiello è stato dimesso dall'ospedale e, dopo un ulteriore passaggio in caserma a Vimercate, è stato trasferito in carcere. 

Il folle piano di vendetta sarebbe stato messo in piedi dall'imprenditore fallito per vendicarsi di quanti avrebbero causato la sua rovina, a partire dal giudice fallimentare Fernando Ciampi fino al coimputato Erba. Se i carabinieri non l'avessero fermato Giardiello avrebbe ucciso ancora: da Vimercate sarebbe arrivato a Carvico dove con la sua Beretta avrebbe sparato anche a un altro suo ex socio in affari, anche lui coinvolto nel processo per bancarotta fraudolenta, che quella mattina non si era presentato in aula. 

Alle 11 di venerdì mattina, in segno di commemorazione e cordoglio per le tre vittime della sparatoria, l'attività di Palazzo di Giustizia di fermerà per un minuto. Tutto tace anche in via Bindellera a Brugherio dove fino al 2012 Claudio Giardiello ha vissuto. Qui, in un elegante appartamento con attico al quinto piano dello stabile che aveva costruito la sua stessa impresa anni prima, aveva vissuto con la moglie e i due figli di 24 e 33 anni. La coppia è separata da anni e la famiglia non ha rilasciato dichiarazioni sull'accaduto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardiello in carcere, il pm chiederà la convalida dell'arresto

MonzaToday è in caricamento