Nuovo taglio del nastro al San Gerardo, inaugurato il Day Hospital oncologico

Martedì mattina

L'inaugurazione

“Il Day Hospital oncologico di Monza consta di 34 posti accreditati cui vanno aggiunte le risorse di Desio con tre posti accreditati. Si tratta di 26 poltrone in un ambiente aperto, dove però ogni paziente potrà godere di una discreta privacy e otto letti per i pazienti che ricevono terapie di maggior durata. Il nuovo DHM è uno dei più grandi della Lombardia (INT 34, IEO 32, HUMANITAS 27, Niguarda 24) e consentirà, grazie anche al valido supporto del presidio di Desio, di ridurre i tempi d’attesa per iniziare le cure favorendo al tempo stesso la miglior gestione dei pazienti”.

Con queste parole Matteo Stocco, Direttore generale della ASST di Monza, martedì mattina ha presentato il Day Hospital oncologico della struttura in occasione del taglio del nastro del reparto situato nell’avancorpo dell’ospedale tra la Palazzina Accoglienza e l’Edificio Principale all’altezza dei settori B e C.

Il Day Hospital oncologico fa parte della ristrutturazione del nuovo San Gerardo ed è una risorsa essenziale della Struttura complessa di Oncologia Medica, del San Gerardo e della ASST di Monza, in quanto punto di riferimento per la definizione del percorso diagnostico-terapeutico finalizzato alla terapia oncologica. Già certificato dal 2011 nell’ambito del progetto “HuCare” con lo scopo di garantire l’umanizzazione dell’assistenza, ponendo al centro i bisogni formativi, sociali e psicologici dei pazienti e dei loro familiari, così da ridurre al massimo gli inevitabili disagi correlati alle cure, il nuovo day hospital vuole incentivare la continuità assistenziale attraverso équipe mediche dedicate nell’ambito di ogni singola patologia, oltre alla definizione di infermieri di riferimento, in grado di accompagnare il paziente per tutto il percorso assistenziale.

L’attività ambulatoriale della Struttura complessa di Oncologia, diretta dal prof. Paolo Bidoli è divisa tra il Day Hospital di terapia medica dell’ospedale San Gerardo (dove è presente il reparto di degenza di 14 letti) e quello di Desio. Nel DHM di Monza nei primi sette mesi del 2017 sono stati ricoverati 255 pazienti, mentre l’attività ambulatoriale ha contato 15.771 prestazioni di cui 1.250 prime visite, 5.768 visite di controllo, 7.685 MAC – prestazioni ambulatoriali complesse quali ad esempio le chemioterapie e 430 altre iniezioni o infusioni di sostanze. 

“Gli studi in corso sono una settantina (per la precisione 69) e rappresentano una grande opportunità terapeutica per tutti i pazienti curati nella nostra Unità – sottolinea Bidoli - principalmente nelle patologie legate ai tumori del polmone, al mesotelioma, (dove è stata recentemente istituita tra i primi in Italia una Lung Unit diretta da Diego Cortinovis), alle neoplasie della mammella, del distretto gastroenterico e al melanoma. Recentemente, a rafforzare i programmi terapeutici oggi disponibili nella nostra Azienda, è stata istituita con grande lungimiranza dalla Direzione del San Gerardo anche una Unità autonoma dedicata ai trial di Fase 1 che ha quale referente Marina Cazzaniga, già responsabile del DHM di Oncologia. Avremo presto la possibilità di garantire a pazienti selezionati, che hanno effettuato tutte le cure oggi disponibili, farmaci altamente innovativi e potenzialmente efficaci per la cura della loro neoplasia. Un vero e proprio percorso diagnostico terapeutico che garantirà anche ai casi più resistenti le migliori opzioni terapeutiche a Monza evitando viaggi e consulti lontani dalla propria area abitativa”.

“Ringrazio il dott. Stocco Direttore Generale dell’ASST di Monza e il prof. Bidoli Direttore della Struttura complessa di Oncologia che, con tutti i medici, gli infermieri e gli assistenti, hanno permesso la realizzazione di questa importantissima struttura, una delle più grandi in Lombardia – aggiunge Dario Allevi, sindaco di Monza -. Il Day Hospital di terapia medica potrà essere d’aiuto e assistenza per i malati oncologici in tutto il percorso diagnostico e terapeutico, supportando anche le famiglie in questi difficili momenti grazie al supporto di équipe mediche specializzate nelle singole patologie. L’Ospedale San Gerardo di Monza si arricchisce di un altro reparto di eccellenza e diventa sempre di più un fiore all’occhiello del sistema sanitario lombardo e nazionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PA040260-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento