Cronaca Via Monte Palanzone

Infarto in casa, carabinieri arrivano prima dell'ambulanza e salvano una vita

I militari - con defibrillatore al seguito - sono giunti in pochi istanti nell'abitazione, prima dell'arrivo del 118, e hanno iniziato a praticare il massaggio cardiaco. L'uomo ora è in ospedale e le sue condizioni sono in lento miglioramento

Repertorio

La corsa a sirene spiegate l'ultimo giorno dell'anno e una missione speciale. Nessun arresto: una vita da salvare.

Quando la mattina del 31 dicembre una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile della compagnia di Monza dopo essere stata allertata dal 118 su segnalazione della centrale operativa è giunta all'interno di una abitazione nel quartiere Boscherona, nel capoluogo brianzolo, è stato subito chiaro che non c'era tempo da perdere. 

I militari monzesi, arrivati sul posto prima dell'ambulanza, hanno trovato un uomo di 64 anni in gravi condizioni in seguito a un malore improvviso che lo aveva sorpreso in casa. Il 64enne era stato soccorso dalla moglie e da un vicino e i carabinieri hanno capito subito che non si poteva aspettare: utilizzando il defibrillatore - che è in dotazione su ogni vettura di servizio - hanno praticato il massaggio cardiaco fino all'arrivo dell'ambulanza, riuscendo a ripristinare le funzionalità cardiache e respiratorie.

L'uomo è stato poi soccorso dal personale del 118 e trasferito in ambulanza in codice rosso alla clinica Multimedica di Sesto San Giovanni. Le sue condizioni sono attualmente ancora gravi anche se in lento miglioramento. La famiglia ha rivolto un sentito ringraziamento ai carabinieri per il tempestivo intervento di soccorso reso possibile anche grazie alla formazione del personale che - dotato di defibrillatore e adeguatamente formato per il suo utilizzo - è sempre pronto a intervenire su qualsiasi emergenza. 

defibrillatore-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infarto in casa, carabinieri arrivano prima dell'ambulanza e salvano una vita

MonzaToday è in caricamento