menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salta un posto di blocco: inseguimento di cinque chilometri in Brianza

L’uomo è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti e resistenza e violenza a pubblico ufficiale

Aveva fatto «il pieno» di droga, e stava trasportandolo in auto a un cliente. Ma sulla strada si è imbattuto nella paletta rossa e bianca dei carabinieri. Lo spacciatore, un marocchino di 38 anni già stranoto alle forze dell’ordine, non ci ha pensato un attimo. Al posto di fermarsi, ha accelerato, lasciando i carabinieri con un palmo di naso.

Ma i militari non si sono certo dati per vinti. Montati al volante della gazzella, si sono gettati all’inseguimento. Una corsa a rotta di collo, con le gomme che stridevano e le sirene spiegate, lunga circa cinque chilometri, tra Lentate sul Seveso e Meda, tra le vie del centro storico delle città, alle 20, quando tante famiglie erano ancora in giro. La fuga è terminata a Misinto, quando il marocchino dopo aver lasciato l’auto in un campo ha proseguito la sua fuga a piedi.

Una corsa a perdifiato, lui davanti e le divise dietro. Finché i carabinieri lo hanno preso. Ma neppure in quel momento lo straniero si è arreso. Anzi: ha iniziato a prendere a calci e pugni i militari, ferendoli in modo non grave.

L’uomo è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Aveva con sé 10 dosi da 15 grammi, tre telefoni cellulari rubati e 100 euro in banconote di piccolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento