rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Furti e arresti / Brugherio

Furti in casa e nelle chiese, prese le due "ladre del balcone"

Tra le vittime anche un parroco brianzolo e una nonnina di 89 anni

Mentre una delle due faceva affacciare la vittima al balcone e la distraeva, l'altra entrava in casa. E portava via soldi, bancomat e qualsiasi cosa di valore su cui potesse mettere le mani. Tra le vittime anziani e anche due uomini di chiesa, il parroco di Giussano e di Caravaggio. 

Ora, dopo una serie di furti in abitazioni e in chiese, le due donne sono finite in carcere. I carabinieri della compagnia di Seregno hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Monza per una 32enne e una 36enne, entrambe di origine nomade e residenti a Monza indagate per diversi episodi di furto aggravato in concorso, indebito utilizzo di carte di debito, con l’ulteriore aggravante della recidiva.

Operazione "bad girls"

A far scattare le indagini è stata la denuncia, lo scorso 15 aprile, del parroco di Giussano. Il prelato si è presentato alla stazione dei carabinieri per denunciare un furto appena subito. In quell’occasione le due donne, dopo aver danneggiato il portone d’ingresso della casa parrocchiale, erano riuscite a portare via mille euro in contanti, carte di credito, documenti ed effetti personali. Attraverso le indagini e le riprese delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona, è stata individuata l'auto utilizzata per gli spostamenti: una Fiat Grande punto grigia. E così nel mirino degli investigatori sono finite le due trentenni.

I furti in chiesa e in casa

Alle due donne sarebbero riconducibili altri due episodi di furto: un colpo commesso ai danni del parroco della chiesa di Caravaggio e di una 89enne di Brugherio. Nel primo furto, datato 17 marzo scorso, le presunte ladre, dopo essersi introdotte all'interno della casa parrocchiale erano riuscite a portare via duemila euro in contanti e un assegno intestato alla parrocchia.

VIDEO | Le ladre in azione

A Brugherio invece, lo scorso 10 agosto, le due donne avevano bussato alla porta dell’89enne e mentre una delle donne tratteneva la vittima sull'uscio di casa, l'altra entrava, facendo razzia. Anche da qui le due donne si sono allontanate con vari documenti e una carta bancomat che hanno usato per fare vari prelievi in alcuni sportelli bancomat di Monza e a Brugherio e la spesa in un supermercato.

Le due donne ora si trovano in carcere, a San Vittore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in casa e nelle chiese, prese le due "ladre del balcone"

MonzaToday è in caricamento