Lissone, branco rapina 18enne bulgaro, denunciati in 5: tre sono minorenni

A scatenare la violenza la gelosia per una ragazza. Cinque denunce

Cinque denunciati per rapina, di cui tre minorenni. I giovanissimi devono rispondere dell’accusa di rapina ai danni di un 18enne di origini bulgare, di Lissone, che ha riportato sette giorni di prognosi, con contusioni ed escoriazioni in tutto il corpo.

A scatenare la violenza c'è una storia tra una ragazza italiana e un 16enne di origini marocchine. Durante una telefonata tra i due, il ragazzo ha sentito la voce del 18enne, e ha chiesto di potergli parlare. Pazzo di gelosia, il 16enne si è presentato all’appuntamento con altri quattro amici. Così, l’incontro chiarificatore si è trasformato in una spedizione punitiva. Una volta arrivati all'incontro in Corso Matteotti, la vittima è stata aggredita a pugni e a calci dal 16enne e dai 4 complici, tutti giovanissimi, di età compresa tra i 14 ed i 18 anni d'età, reclutati per la `spedizione punitiva.

L'agguato si è concluso con il furto del portafogli della persona aggredita. Il 18enne si è presentato dai carabinieri con i genitori. Sotto choc, ha denunciato i suoi aggressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento