Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lissone / Viale Valassina

A 63 anni fa il muratore di notte: operaio cade nel vuoto e si ferisce gravemente

L'incidente sul lavoro a Lissone: l'uomo è precipitato da un'altezza di oltre due metri

A 63 anni, faceva il muratore e il turno di notte. Lontano centinaia di chilometri da casa. L’operaio è rimasto ferito cadendo da una scala da un’altezza di due metri. L’incidente sul lavoro, accaduto al Decathlon di Lissone, riapre il problema dei lavori usuranti a tarda età. Solo pochi giorni fa, a Varedo, un operaio di 67 anni è rimasto gravemente ferito in cima a una ciminiera, a 110 metri d’altezza.

Nella notte tra lunedì e martedì, un altro caso. Questa volta il muratore, 63 anni, di San Benedetto del Tronto (AP), era in cima a una scala. In piena notte: alle tre del mattino. Stava occupandosi di alcuni interventi su un muro del superstore di articoli sportivi di Lissone. Un lavoro faticoso, che lo obbligava a restare sospeso su una scala, a un’altezza di due metri. Forse a causa della stanchezza, o forse perché era notte fonda, l’operaio ha perso l’equilibrio ed è precipitato nel vuoto.

Quando gli operai lo hanno soccorso, hanno vissuto momenti di paura. Il 63enne aveva perso i sensi e non si muoveva più. Per fortuna, i medici del 118 sono riusciti a riamimarlo. Ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza, ha subito un violento trauma cranico e fratture agli arti inferiori. Guarirà in un paio di mesi e, fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A 63 anni fa il muratore di notte: operaio cade nel vuoto e si ferisce gravemente

MonzaToday è in caricamento