rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Varedo / Via Vittorio Emanuele II

Spacca la testa all’uomo con cui stava litigando e scappa: arrestato dai carabinieri

I fatti sono avvenuti lo scorso febbraio a Varedo

Botte davanti al bar. Il più classico dei litigi. Solo che l'aggressore, un 25enne albanese, questa volta è finito in carcere per aver mandato un 24enne italiano con il quale stava discutendo all’ospedale. Con un violento trauma cranico e ferite al volto.

Il pestaggio, avvenuto a inizio febbraio, a Varedo, in un bar di via Vittorio Emanuele, è stato così violento e il dolore così forte che la vittima è svenuta. Con le sue ultime forze, dopo essere stato preso a pugni in testa, si è trascinato fino davanti alla porta della sua casa (non lontano dal bar), poi è crollato a terra. L’albanese ha abbandonato sull’asfalto e privo di sensi il suo rivale, non preoccupandosi minimamente della sua sorte. A trovarlo, la mattina seguente, sono stati i carabinieri di Desio. Il 24enne era ancora riverso di fronte alla porta di casa, privo di sensi, in un lago di sangue.

L’italiano era stato soccorso, ricoverato in ospedale per contusioni ed escoriazioni, e ora è fuori pericolo. I militari ora hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per lesioni personali nei confronti del 25enne che ha diversi precedenti penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacca la testa all’uomo con cui stava litigando e scappa: arrestato dai carabinieri

MonzaToday è in caricamento