Lotta alla ludopatia, a Cesano Maderno corsi per gestori

Il comune brianzolo in seguito alla legge regionale numero 8 del 2013 sul gioco d'azzardo organizza un percorso formativo per poter "gestire consapevolmente situazioni e criticità connesse a tale attività

Un locale che ospita slot-machine

Il comune di Cesano Maderno seguendo la linea tracciata da Regione Lombardia in tema di lotta alla ludopatia e contrasto del gioco d'azzardo con la legge n.8 del 2013 ha organizzato un percorso formativo per poter "gestire consapevolmente situazioni e criticità connesse a tale attività", a carico dei titolari di esercizi commerciali dove sono installati gli apparecchi (slot machine e simili).

L'amministrazione comunale ha aderito all'iniziativa ed ha sottoscritto l'accordo, già in essere tra ASL Monza Brianza e associazione territoriale Confcommercio di Seveso, per proporre seminari ad operatori di sale da gioco ed esercizi pubblici con slot machine.

"Il fine è quello di fornire una conoscenza relativa ad aspetti e problematiche connesse al gioco d'azzardo: normativa nazionale e regionale, approccio al cliente a rischio di ludopatia, rispetto della legalità e dell'ordine pubblico" si spiega in una nota.

Sono già state inviate a una sessantina di gestori interessati lettere divulgative a firma del sindaco Gigi Ponti, del Direttore Generale dell'ASL MB Matteo Stocco e del Presidente ConfCommercio Seveso, Laura Brenna.

"Come Amministrazione, non possiamo restare indifferenti al problema che coinvolge indistintamente persone di età e ceti sociali diversi - ha dichiarato l'Assessore alle Pari Opportunità e Servizi Sociali, Sara Mariani -, ma dobbiamo porre in atto tutte le strategie di contrasto al fenomeno.

La prossima sessione del corso obbligatorio è prevista per lunedì 16 febbraio dalle 14.00 alle 18.00.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mancata partecipazione all'attività di formazione prevista per legge, comporta per i trasgressori l'applicazione di una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento