Cronaca Seregno

Il sindaco di Seregno accusato di appropriazione indebita

A Giacinto Mariani, candidato alle europee con la Lega Nord, il sostituto procuratore di Milano, Isidoro Palma, contesta la sottrazione indebita dalle casse del condominio che amministrava in via Pontaccio a Milano di 45mila euro

I fatti risalgono a prima che diventasse primo cittadino di Seregno, quando Giacinto Mariani era un amministratore condominiale.

Il sindaco brianzolo avrebbe, secondo l'accusa sostenuta dal sostituto procuratore del Tribunale di Milano, Isidoro Palma, preso possesso illecitamente di 45mila euro dalle casse di uno stabile che amministrava a Milano con l'aggravante in questo "disegno criminoso", come si legge nelle carte, di aver commesso il fatto con abuso di prestazione d'opera.

Mariani si è già presentato davanti al Gup e ha dichiarato di essere estraneo ai fatti, respingendo le accuse.

La prossima udienza è fissata per il 16 giugno ma potrebbe essere troppo tardi per sistemare le cose prima che queste abbiano ripercussioni sulla campagna elettorale che vede il primo cittadino di Seregno candidato alla elezioni europee con la Lega Nord. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Seregno accusato di appropriazione indebita

MonzaToday è in caricamento