Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Morta la monzese ustionata nell'esplosione della casa vacanze

La vittima si chiamava Manuela Mancini. Troppo gravi le ferite riportate durante la deflagrazione

Purtroppo nulla da fare per Manuela Mancini, la 53enne di Monza che settimana scorsa era rimasta gravemente ustionata in seguito a un’esplosione avvenuta all’interno di una casa vacanze a Borgagne, in Puglia. La donna, residente a Monza ma originaria del Salento, è morta oggi, lunedì 23 agosto, a seguito delle gravissime ferite riportate durante l’espolsizione.

Come riporta LeccePrima la donna era stata soccorsa nella mattinata del 20 agosto all’interno di un B&b poi danneggiato dall’esplosione sulla provinciale 148, che collega la frazione di Melendugno a Sant’Andrea. Dopo le prime cure  all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, la donna era stata poi trasferita al reparto Grandi Ustionati dell’ospedale di Brindisi.

Ma purtroppo per Manuela Mancini quelle vacanze, che dovevano essere un ritorno alla terre natie, si sono trasformante in tragedia.

L’immobile, danneggiato negli infissi e nel mobilio, è stato posto sotto sequestro dai carabinieri melendugnesi, su disposizione della Procura della Repubblica di Lecce.

Aperto un fascicolo d’indagine per accertare le responsabilità del drammatico incidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta la monzese ustionata nell'esplosione della casa vacanze

MonzaToday è in caricamento