Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Porta una mortadella al ragazzo in carcere: dentro c'è la droga

Un telefono cellulare e panetti di hashish nascosti nella mortadella che una 25enne milanese ha portato al fidanzato recluso nel carcere bergamasco

A prima vista poteva sembrare un gesto premuroso nei confronti del fidanzato recluso per scontare una condanna nel carcere di Bergamo ma la prudenza degli agenti ha portato allo scoperto l'insolita copertura di una 25enne milanese.

Destinata al giovane calabrese recluso per furto aggravato però non c'era solo una premura culinaria ma anche altro. I controlli degli agenti all'interno del carcere hanno infatti permesso di rilevare la presenza di droga all'interno dell'alimento.

Abilmente occultati dentro una delle due mortadelle c'erano un telefono cellulare e alcuni panetti di hashish per un totale di circa mezzo chilo.

Per scovare la droga gli agenti hanno utilizzato dei rilevatori a raggi X, trovando così quello che a prima vista non saltava all'occhio. 

La 25enne si è beccata una denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta una mortadella al ragazzo in carcere: dentro c'è la droga

MonzaToday è in caricamento