menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I soccorsi in azienda (Foto B&V Photographers)

I soccorsi in azienda (Foto B&V Photographers)

Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

Per l'uomo purtroppo non c'è stato nulla da fare: inutili i tentativi di rianimazione del personale sanitario. Cinquantatré anni, dipendente dell'azienda, abitava a Lazzate

Dramma a Lissone nella serata di martedì 27 ottobre. Un uomo di 53 anni ha perso la vita mentre stava lavorando a ridosso di un grosso macchinario all'interno di una ditta. I soccorsi sono intervenuti pochi minuti dopo le 21 nella sede della Cleaf, azienda con sede in via Bottego che si occupa di rivestimenti e finiture. 

La centrale operativa dell'Azienda Regionale Emergenza e Urgenza ha inviato sul posto un'ambulanza e un'automedica preallertate in codice rosso insieme ai vigili del fuoco del comando provinciale di Monza e Brianza e ai carabinieri della compagnia di Desio. I primi a trovare l'uomo, riverso a terra, privo di sensi, sono stati i colleghi. Il corpo del 53enne, , Fabrizio Iozzo, residente a Lazzate, dipendente dell'azienda, sembra si trovasse in prossimità di un rullo compressore. Lo stesso macchinario secondo cui, in base a quanto emerso dai primi accertamenti delle forze dell'ordine, sarebbe stato schiacciato. Inutili purtroppo i tentativi di rianimazione del personale sanitario che purtroppo non ha potuto fare altro che constatare il decesso del 53enne.

Nell'azienda è intervenuto anche il personale dell'Ats per far luce sulla dinamica di quello che pare essere un tragico infortunio sul lavoro. Sulla salma è stata disposta l'autopsia che chiarirà ogni dubbio in merito alla possibilità che il 53enne sia stato colto da un malore prima di essere agganciato e schiacciato dal macchinario. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento