rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
denuncia / Lazzate

Fanno motocross nel cantiere di Pedemontana: denunciati 14 giovani (6 minorenni)

I ragazzi trovati dai carabinieri mentre erano intenti nelle loro acrobazie

Avevano scelto il cantiere di Pedemontana come pista di motocross: i carabinieri li hanno identificati e denunciati per invasione di terreni. A finire nei guai 14 ragazzi (tra cui 6 minorenni) residenti in provincia di Como (Bregnano, Cermenate, Cantù, Fino Mornasco, Limido Comasco), uno in provincia di Milano (Cernusco sul Naviglio), uno in provincia di Verbania (Domodossola), tre in provincia di Varese (Tradate e Uboldo). I ragazzi sono stati 'pizzicati' proprio mentre stavano effettuando pericolose manovre con le loro moto all'interno dell'area di via fratelli Rosselli a Lazzate.

Da tempo i carabinieri effettuavano controlli in quell'area dove veniva segnalata la presenza di ragazzi che facevano motocross. Poi durante un controllo effettuato lo scorso 14 agosto i carabinieri hanno trovato i 14 giovani impegnati nelle loro acrobazie. A quel punto la denuncia della società Autostrada Pedemontana Lombarda Spa. Oggi, martedì 30 agosto, è arrivata la denuncia dei 14 giovani di età compresa tra i 15 e i 23 anni che due settimane fa sono stati trovati all’interno dell’area recintata dell’ex campo base del cantiere utilizzato durante le fasi di realizzazione dell’autostrada. In quell'area a marzo era morto uno studente 16enne di Cermenate (nel comasco) in sella alla moto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno motocross nel cantiere di Pedemontana: denunciati 14 giovani (6 minorenni)

MonzaToday è in caricamento