Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

La prof che multa i suoi studenti: tre euro per ogni bestemmia

Succede all'istituto Olivetti. Tre euro per le bestemmie, cinquanta centesimi per le parolacce: i soldi vengono poi dati in beneficenza

Si è accorta che le note sul registro, in fondo, non servivano a nulla. Così, ha deciso di passare alle “maniere forti”. E, contemporaneamente, di fare della beneficenza. 

Manuelita Vella, docente di educazione fisica alla scuola professionale alberghiera Olivetti e volontaria dei City Angels, ha deciso di multare i propri alunni che adottano un linguaggio fuori dalle regole. L’insegnante, con più di trent’anni di esperienza, ha stilato un vero e proprio tariffario: cinquanta centesimi per le parolacce, tre euro per le bestemmie. 

“Imparare a trarre del bene dal male, è questo il mio spirito - spiega la professoressa, secondo quanto riporta il Corriere della Sera - nella mia ora i ragazzi hanno la sensazione di essere più liberi di esprimersi come credono. Invece di punirli con note sul registro a ripetizione, ho pensato di indurli a riflettere sul loro comportamento con una sorta di multa che va a fare del bene”. 

I soldi raccolti, infatti, vanno ad un’associazione che si occupa di infanzia in India. E il metodo, secondo quanto racconta la prof, sembra funzionare. “C’è chi si complimenta di se stesso nel mese in cui non deve pagare nulla e chi aiuta i compagni a trattenersi - racconta - Per chi dovrà lavorare a contatto con il pubblico è importante il gergo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prof che multa i suoi studenti: tre euro per ogni bestemmia

MonzaToday è in caricamento