160 coltellate alla migliore amica: "Non imputabile, assolta"

Monica Montagna, di Bovisio, uccise Annalisa Lombardi in provincia di Piacenza nel luglio 2012. Il tribunale emiliano l'ha però condannata a 10 anni in ospedale psichiatrico

I rilievi dopo l'omicidio (Bisaglia/IlPiacenza)

Il 24 luglio 2012 a Ferriere (in provincia di Piacenza) uccise la sua migliore amica: ora Monica Montagna, 30enne di Bovisio Masciago, è stata considerata non imputabile dal tribunale di Piacenza. Alla luce delle perizie psichiatriche, il giudice ha dunque assolto la ragazza. Ma ha anche disposto il ricovero in un ospedale psichiatrico giudiziario per dieci anni.

L'omicidio fece molto scalpore, soprattutto per le oltre 160 coltellate con cui Monica si accanì contro Annalisa Lombardi, di Cinisello Balsamo, al culmine di un litigio. Dopo la sentenza la madre di Annalisa Lombardi si è sfogata e ha affermato senza mezzi termini il suo disappunto: "Lei è pericolosa, dieci anni sono pochi".



 

Potrebbe interessarti: https://www.ilpiacenza.it/cronaca/monica-assolta-perche-non-imputabile-la-madre-di-annalisa-non-e-giusto.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/ilPiacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento