Cadavere in un campo a Verdellino, fermati due albanesi

L'8 dicembre nella Bergamasca un albanese è stato trovato morto in un campo con il volto sfigurato, ucciso a mazzate: per l'omicidio sono stati accusati due connazionali della vittima. Uno è stato fermato a Cambiago

Le indagini sono state condotte dai carabinieri

Lo hanno fermato a Cambiago, nella ditta dove lavorava, per concorso in omicidio, insieme a un connazionale albanese.

I due uomini sarebbero i responsabili della morte di Malaj Shkelzim, trovato riverso con il volto sfigurato, ucciso a bastonate, in un campo della Bergamasca a Verdellino, vicino a Zingonia.

Le indagini degli inquirenti avevano ipotizzato una lite finita in tragedia per questioni legate allo spaccio di droga o alla prostituzione ma l’indagine è proseguita e ha portato alla luce altri dettagli.

A parlare sono stati i tabulati telefonici dei due uomini e i racconti dei testimoni che riferiscono di un litigio tra i tre connazionali avvenuto qualche giorno prima dell’omicidio, risalente all’8 dicembre. L’ipotesi più accreditata dagli inquirenti resta quella di un regolamento di conti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A dare l’allarme per la scomparsa dell’uomo era stata la moglie che lo aspettava a casa con i figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento