Monza dichiara guerra ai writers, in arrivo un'ordinanza contro i vandali

L'annuncio del primo cittadino di Monza. Introdotte anche due nuove ordinanze in tema di sicurezza urbana

Monza dichiara guerra ai vandali e ai writers. Nel capoluogo brianzolo, come annunciato dal sindaco Dario Allevi, arriverà a breve una nuova ordinanza che punta a tutelare il decoro urbano e a combattere le incursioni di writer e imbrattatori sui muri cittadini e sui monumenti. 

Già qualche tempo fa il sindaco Allevi, insieme ad associazioni e cittadini, aveva preso parte alla giornata organizzata per ripulire i muri dalle scritte dei vandali. Ora il primo cittadino promette misure più incisive per arginare il fenomeno e punire con sanzioni chi commetterà gesti incivili. 

Intanto in municipio il sindaco Dario Allevi, insieme all’Assessore alla Sicurezza Federico Arena, ha siglato due importanti ordinanze in tema di Sicurezza Urbana, che aggiornano la prima, scaduta all’inizio dicembre - firmata questa estate, pochi giorni dopo l’insediamento in Comune – con la quale si introduceva una prima versione dell’ordine di allontanamento, da cui consegue il provvedimento di DASPO da parte della Questura.

La prima ordinanza specifica le aree cittadine per l’applicazione del decreto Minniti in riferimento al D.L. 14/2017 art. 9 comma 1 relativo all’ “ordine di allontanamento del trasgressore dal luogo in cui è stato commesso il fatto”. I luoghi individuati sono la stazione ferroviaria e le pertinenze di via Arosio e Piazza Castello; l’autostazione di via Falcone-Borsellino e Piazza Castello e i dieci capolinea degli autobus di linea.

Una seconda ordinanza - contingibile ed urgente, in attesa di un idoneo adeguamento del Regolamento di Polizia Urbana - riguarda le misure a tutela del decoro urbano in applicazione dell’art. 9 del comma 3 del medesimo Decreto Minniti. Nel testo sono individuate le aree cittadine dove la Polizia Locale e gli altri organi deputati ad accertare e contestare le violazioni, opereranno con interventi volti a preservare il decoro e la vivibilità urbana. In questo caso sono sette i luoghi indicati nel testo dell’ordinanza:

  • L’area monumentale - centro storico;
  • I complessi monumentali nel centro urbano, entro 300 metri dagli ingressi e loro pertinenze e parcheggi;
  • I musei, entro 300 metri dagli ingressi e loro pertinenze e parcheggi;
  • Il Parco e la Villa Reale compresi i giardini, le sue pertinenze e parcheggi, come delimitati dalla “cinta muraria”, compresa/estesa ai 100 metri dalla cinta ed entro 300 metri dagli ingressi, nel territorio del Comune di Monza; 
  • Le scuole, plessi scolastici, sedi universitarie (compresi tutti gli istituti e luoghi della cultura) - entro 300 metri dagli ingressi - e loro pertinenze e parcheggi;
  • L’ospedale, centri ed istituti di cura e salute posti nel centro urbano - entro 300 metri dagli ingressi e loro pertinenze e parcheggi;
  • I parchi e giardini - entro 300 metri dagli ingressi e loro pertinenze e parcheggi.

Un'ultima ordinanza poi sarà introdotta in vista della Notte di San Silvestro e vieterà botti e petardi.

ordinanze-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento