Cronaca

Paderno Dugnano: rapinano farmacia, bottino magro. Prendono la bici

Come nei film di Rossellini, una sgangherata la coppia di banditi ha assaltato la farmacia Calderara. Il colpo non ha avuto l'esito sperato. Ma non si sono persi d'animo

PADERNO DUGNANO – Prima il danno, poi la beffa. O meglio, a essere pignoli, prima la beffa e poi il danno. Sì, perché i banditi che giovedì mattina alle 11 hanno rapinato la Farmacia Calderara di via Toscanini, a Paderno Dugnano, prima di mettere a segno la rapina hanno pensato a procacciarsi un mezzo per fuggire. Non hanno trovato di meglio che rubare la bicicletta legata davanti alle vetrine del negozio. Ironia della sorte: la due ruote del farmacista.
Così, uno ha fatto da palo, in sella alla bicicletta e pronto a fuggire. L’altro è entrato in farmacia. Pistola alla mano, si è fatto consegnare 300 euro in banconote di piccolo taglio. Tutto quello che c’era in cassa. Poi è uscito fuori, è balzato sulla bicicletta ed è fuggito via, trasportato dal compare di rapina che pedalava a grandi falcate. Nel più perfetto stile di Ladri di Biciclette di Rossellini.

Solo in un secondo momento il proprietario della farmacia si è accorto che i rapinatori erano fuggiti in tandem sulla sua bicicletta. Ironia della sorte: il mezzo ha un valore ben superiore al magro bottino incamerato dai due malviventi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paderno Dugnano: rapinano farmacia, bottino magro. Prendono la bici

MonzaToday è in caricamento