rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
parcheggio / Via Cantalupo

La partita del cuore manda in tilt il quartiere: caos parcheggi per i residenti

La denuncia di una monzese che vive vicino allo stadio

Un quartiere 'in ostaggio' di migliaia di tifosi e per i residenti è stata l'ennesima serata di passione (non calcistica) alla ricerca di un parcheggio. La denuncia, sulla pagina Facebook EasyMonza, di una residente che tornata dal lavoro ieri sera, mercoledì 7 settembre, si è trovata bloccata dal fiume di tifosi che erano andati ad assistere alla Partita del Cuore

Nulla contro la lodevole iniziativa per raccogliere fondi per il Comitato Maria Letizia Verga e il Paese Ritrovato, ma la monzese boccia la gestione dei parcheggi. "I parcheggi allo stadio di Monza sono sottostimati rispetto alle necessità - spiega alla redazione di MonzaToday -. Molte persone, inoltre, per non pagare il parcheggio cercano un posto libero lungo la strada, sottraendo i posti auto ai residenti". E lei, arrivata a casa dopo una lunga giornata di lavoro, dopo aver atteso 10 minuti all'incrocio di via Cantalupo per permettere il deflusso dei tifosi in uscita dallo stadio, ha dovuto girare un bel po' in auto alla ricerca di un posteggio. "Non l'ho trovato - prosegue -. Il rione era completamente occupato dalle auto dei tifosi. Ho trovato un posto libero a diverse centinaia di metri da casa". 

La monzese non recrimina il piano traffico e le partite che bloccano un intero quartiere. Era prevedibile il disagio per chi vive nei pressi dell’U-Power Stadium. "Non c'è assolutamente nessuna polemica neppure nei riguardi della Partita del cuore, un match per altro che ha portato diverse migliaia di tifosi, non certe quelle che presto vedremo con le partite di cartellone come quella di Monza-Juve del prossimo 18 settembre", aggiunge. Il problema è il piano parcheggi.

"Se le persone non pagano il parcheggio per cercare posti auto liberi nel rione, non è ammissibile che chi abita nel quartiere non possa parcheggiare - spiega -. Che almeno vengano rilasciati pass. Oppure si imiti quanto avviene nel piccolo comune di Burago Molgora dove c'è una piscina che richiama tantissime persone. Nelle vie adiacenti al parcheggio della piscina c'è il disco orario con un massimo di sosta di 90 minuti. Proprio per evitare situazioni di questo tipo. Non si potrebbe bissare anche a Monza? Oppure che il comune di Monza si doti di un'area di sosta a pagamento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La partita del cuore manda in tilt il quartiere: caos parcheggi per i residenti

MonzaToday è in caricamento