Rapporti con minori adescati online, undici arresti per prostituzione minorile

In manette anche un prete. L'operazione è stata condotta dai carabinieri del comando provinciale di Brescia e ha coinvolto anche la provincia di Monza e Brianza

Adescavano minorenni in rete e organizzavano rapporti sessuali con i giovani dietro corripettivo in denaro o attraverso regali, consapevoli della minore età dei ragazzini.

A smascherare il giro di prostituzione minorile che ha coinvolto tutta la Lombardia, tra le province di Brescia, Monza Brianza, Milano Bergamo, Pavia e Parma, è stata un'indagine dei carabinieri del comando provinciale del territorio di Brescia avviata lo scorso agosto. Giovedì per undici persone sono state eseguite misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari: tra le persone coinvolte anche un prete della bergamasca, un allentaore di una squadra di calcio e un agente di polizia locale, tutti indagati per prostituzione minorile continuata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento risultano quattro i minorenni coinvolti, tutti ragazzini tra i 16 e i 17 anni, adescati attraverso social network di incontri. Gli inquirenti hanno documentato numerosi incontri e rapporti sessuali consumati a pagamento in auto nei parcheggi oppure negli appartamenti degli indagati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento