rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Una raccolta fondi per aiutare il pallavolista brianzolo truffato dalla "fidanzata"

Una raccolta fondi on line per Roberto Cazzaniga, il pallavolista brianzolo che si è indebitato per aiutare la fidanzata "fasulla"

In pochi giorni sono stati raccolti oltre 12mila euro. Ma l’obiettivo è di raggiungere almeno i 30mila, così da donare un po' di tranquillità all'ex compagno di squadra messo ko - economicamente ed emotivamente - da quella "fidanzata" mai incontrata alla quale aveva donato oltre 700mila euro.

"Ho iniziato questa raccolta fondi con un obiettivo ben preciso: aiutare Roberto Cazzaniga a ricominciare una nuova vita, lontano da chi per 15 anni lo ha sfruttato senza alcuna pietà - spiega Danilo Rinaldi, ex compagno di squadra del pallavolista che proprio a Monza aveva incominciato la sua carriera agonistica -. Nel nostro piccolo, possiamo aiutare Roberto a riprendere la sua vita in mano e poter iniziare finalmente a scrivere il proprio futuro.Il ricavato della raccolta fondi verrà interamente donato al nostro campione".

La raccolta è stata lanciata sulla piattaforma digitale gofundme, dove in molti oltre a donare hanno anche lasciato messaggi di stima e di affetto nei confronti del pallavolista brianzolo.

La storia di Roberto Cazzaniga è salita agli onori delle cronache nazionali dopo il servizio della trasmissione televisiva "Le Iene". Roberto, che ha iniziato la sua carriera nel 1995 nelle giovanili della Pro Victoria a Monza, per 15 anni è stato convinto di essere fidanzato con una modella brasiliana. Non si sono mai visti ma la bellissima Maya, come si faceva chiamare, si è fatta regalare circa 700mila euro nel corso degli anni.

 Nel corso della relazione fasulla, lo sportivo ha cercato di aiutare economicamente questa fantomatica ragazza, al punto da prosciugare il suo conto in banca e indebitarsi. Cazzaniga comunicava con la ragazza, che come foto social utilizzava quella della modella Alessandria Ambrosio, attraverso un'amica comune.

Tra aiuti economici e regali, tra cui figurano anche un'Alfa Romeo Mito, il pallavolista ha speso circa 700mila euro per la fidanzata "fantasma" fino a quando, spinto dai compagni di squadra, ha denunciato tutto alla Guardia di Finanza.

Secondo quanto scoperto durante le indagini, a raggirare Cazzaniga sarebbe stata la presunta amica comune, Manuela, probabilmente aiutata dal fidanzato carabiniere e da una seconda donna residente in Sardegna, Valeria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una raccolta fondi per aiutare il pallavolista brianzolo truffato dalla "fidanzata"

MonzaToday è in caricamento