Si fingeva un cliente e rapinava le prostitute: accusato anche di violenza sessuale

I carabinieri gli hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere

Immagine repertorio

Dodici rapine. Tutte con lo stesso modus operandi. Tutte tra Milano, Monza e la Brianza. Tutte a danno di prostitute. A gennaio i carabinieri avevano arrestato Basyouni Eldafrawy, un 42enne che — secondo gli investigatori — avrebbe messo a segno le rapine. Ma le indagini non si erano fermate dopo le manette. La novità? Nelle scorse ore i carabinieri gli hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e tra le accuse c'è anche quella di violenza sessuale. Secondo gli investigatori il 42enne, lo scorso 16 dicembre, avrebbe rapinato una prostituta e l'avrebbe costretta ad avere un rapporto sessuale.

Gli uomini dell'arma avevano acceso i fari su di lui a novembre 2017, quando una prostituta aveva raccontato di essere stata aggredita e rapinata da un cliente. Dopo aver identificato il potenziale rapinatore, i militari hanno avuto accesso al Gps della sua auto - una Fiat Croma grigia - e hanno iniziato a tenerlo d'occhio. Domenica 21 gennaio, dopo un pedinamento in incognito durato tre ore, i carabinieri lo hanno fermato a un semaforo in viale Milano a Bollate e, nonostante un ultimo tentativo di fuga, lo hanno ammanettato. 

Da fine novembre a inizio gennaio 2018, secondo gli investigatori, Eldafrawy avrebbe colpito 12 volte soltanto a Milano. Il modus operandi - "verificato" anche la sera dell'arresto - sarebbe sempre identico: il 42enne partiva da Asti ogni due giorni, arrivava nella strada "prescelta" - quasi sempre in zona San Siro -, individuava quale donna avesse guadagnato di più e poi la faceva salire in auto fingendosi un cliente. A quel punto, minacciava la vittima mostrandole una bottiglietta con dell'acido - in realtà era semplicemente shampoo -, si faceva dare soldi e gioielli e riaccompagnava la donna dove l'aveva "agganciata". 

Durante l'ultimo colpo, pochi minuti prima che venisse bloccato, il 42enne - operaio in un'azienda agricola - sarebbe riuscito a rubare cento euro e una collanina in oro a una prostituta romena di 25 anni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento