Cronaca

Paderno, banditi violenti in gioielleria: la moglie legata alla sedia

Razzia e botte in un negozio in via Madonna, nel centro storico. Emergono nuovi particolari: in due arraffano orologi, gioielli e preziosi per 7mila euro e riescono a fuggire, dopo aver legato la donna e colpito l'uomo con il calcio della pistola

PADERNO DUGNANO – Lui si è preso il calcio di una pistola sulla testa; lei è stata legata a una sedia e immobilizzata. Marito e moglie, gioiellieri da una vita, hanno condiviso anche mezz’ora di terrore.

L’incubo che nessun gioielliere vorrebbe mai vivere è accaduto alcuni giorni fa. Nel tardo pomeriggio due rapinatori sono entrati nel loro negozio in via Madonna: nel centro storico di Paderno Dugnano.

Quando i banditi hanno tirato fuori una pistola, il gioielliere ha tentato di reagire: per tutta risposta i rapinatori – che avevano appena razziato 7mila euro in orologi, preziosi e gioielli - lo hanno colpito con il calcio della pistola sulla testa.

Nella colluttazione con i malviventi, l’uomo è rimasto ferito al capo: guarirà in dieci giorni. Per assicurarsi una fuga sicura, i malviventi non hanno esitato a legare a una sedia anche la moglie del commerciante. Per fortuna la donna è riuscita a liberarsi e a dare l’allarme. I due sono fuggiti in scooter e i carabinieri di Desio li stanno cercando.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paderno, banditi violenti in gioielleria: la moglie legata alla sedia

MonzaToday è in caricamento