Rubano biciclette proprio fuori dal commissariato: tre marocchini in manette

Nella notte di giovedì tre uomini ubriachi sono stati sorpresi a rompere le catene di alcune biciclette nella rastrelliera proprio davanti al commissariato di Monza

Le biciclette fuori dal commissariato di Monza (Google Maps)

Uno scherzo di cattivo gusto oppure la trovata di ladri inesperti e poco furbi. Nella notte tra mercoledì e giovedì tre marocchini ubriachi hanno provato a rubare alcune biciclette assicurate a una rastrelliera proprio davanti al commissariato di Polizia di Stato di Monza.

Mettere a segno un furto proprio sotto il naso degli agenti è stata una trovata certamente poco strategica oppure i ladri volevano proprio compiere un gesto "esemplare", forti dell'infusione di coraggio che l'alcol che avevano in corpo aveva momentaneamente regalato loro.

Tutto è iniziato intorno alla 1.30 della notte tra mercoledì e giovedì quando l'agente presente al corpo di guardia ha avvertito alcuni rumori sospetti provenire dall'esterno, proprio dal marciapiede davanti all'ingresso del commissariato. Il poliziotto ha controllato cosa stesse accadendo e ha notato tre uomini stranieri, ubriachi, aggirarsi attorno ad alcune biciclette, accanto alla fermata dell'autobus. 

Quando l'agente ha visto i tre maneggiare un grosso sasso e utilizzarlo per rompere le catene di sicurezza delle biciclette però ha capito che era il momento di intervenire e ha immediatamente richiamato in viale Romagna la volante impegnata nel giro di controllo notturno in zona. 

I tre ladri di biciclette sono finiti in manette proprio mentre tentavano, sbandando di qua e di là, di allontanarsi in sella al bottino. Si tratta di tre uomini di origine marocchina, B.K., L.E., A.A., di 37, 32 e 29 anni arrestati per furto aggravato. Uno dei ladri risiede in provincia di Como mentre gli altri due risultano senza fissa dimora e tutti hanno alcuni precedenti legati a reati relativi all'immigrazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento