Stop ai pasti nella mensa scolastica ai figli dei morosi: Cesano dichiara guerra ai furbetti

Se i genitori non pagheranno i debiti i bimbi resteranno senza pranzo. Tutti i dettagli

immagine repertorio

Niente più mensa scolastica per le famiglie che non pagano. Succede a Cesano Maderno dove oltre 132 famiglie hanno accumulato un debito superiore a diverse centinaia di euro euro con Sodexo, l'azienda che si occupa della ristorazione nelle scuole. 

La sospensione dei pasti — fanno sapere dal comune — non avviene di punto in bianco: "È dal mese di ottobre 2017 che Sodexo tramite sms, telefonate e lettere di sollecito invita le famiglie ad ottemperare al pagamento, indicando puntualmente il debito residuo. Nel mese di luglio, inoltre, dopo un ulteriore monitoraggio, sono state inviate anche le comunicazioni relative al debito individuale accumulato nell'anno scolastico 2017/2018. Naturalmente erano (e sono ancora possibili) forme di rateizzazione, da concordare direttamente con la Società Sodexo, rateizzazioni che però devono essere rispettate fino in fondo".

"Ci dispiace di essere giunti a questo punto - dichiara l'Assessore all'Istruzione Nicolaci - e abbiamo avallato questi provvedimenti a malincuore, soprattutto perché la mancanza di responsabilità delle famiglie ricade sui minori. Le Scuole, inoltre, dovranno affrontare qualche difficoltà organizzativa."

Due le fasi dell'operazione

Il taglio scatterà nel mese di ottobre e avrà uno sviluppo graduale per permettere ai genitori di provvedere al pagamento (anche se in ritardo) e per dare il tempo alle scuole di organizzarsi. 

Il primo provvedimento prenderà il via lunedì 1 ottobre, quando verranno inviate le raccomandate di avviso della sospensione del pasto alle 46 famiglie che nell'anno scolastico precedente hanno accumulato un debito superiore a 500 euro. In questo caso la sospensione scatterà lunedì 22 ottobre.

Il secondo provvedimento prevede l'invio delle raccomandate di avviso delle sospensioni del pasto per altri 86 alunni (54 del I° Istituto Comprensivo e 32 del II° Istituto Comprensivo). La cifra di riferimento, in questo caso, è dai 499 ai 200 euro di morosità. Le lettere partiranno il 15 ottobre e la sospensione effettiva del pasto avverrà a partire da lunedì 5 novembre.

In seguito, e con le modalità ancora da definire, saranno presi provvedimenti anche per cifre inferiori ai 200 euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento