Cronaca

La Guardia di Finanza sequestra 25 appartamenti: beni anche a Monza

Sigilli per immobili, autovetture. società e disponibilità finanziarie

Venticinque case, sedici autovetture, denaro e due società sequestrate. Questi i numeri del maxi sequestro preventivo effettuato dalla Guardia di Finanza di Crema nei confronti di un artigiano. Tra gli appartamenti per i quali sono scattati i sigilli ci sono anche proprietà situate a Monza e Brianza e nelle province di Brescia, Cremona e Bergamo.

Il patrimonio confiscato fa parte dei beni già oggetto di sequestro preventivo eseguito a febbraio 2017 nell’ambito dell’operazione che aveva portato le Fiamme Gialle di Crema ad eseguire un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell'uomo, della figlia e della segretaria. Infatti, l’artigiano, secondo quanto reso noto dalle Fiamme Gialle, è ritenuto l’organizzatore di un’associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, all’evasione fiscale e all’attribuzione fittizia della titolarità di beni con la quale avrebbe estorto fin dal 2004 indebiti pagamenti ai propri clienti, nonostante i compensi dovuti fossero già stati saldati “in nero”.

La Guardia di Finanza ha attuato il sequestro preventivo in funzione delle norme contenute nel D.Lgs. 159/2011, c.d. Codice Antimafia. Alla base del provvedimento vi è l’accertata pericolosità sociale (ricavata dai precedenti penali e di polizia del soggetto) e la sproporzione del patrimonio, direttamente o indirettamente riconducile al soggetto controllato, rispetto a quanto dallo stesso dichiarato al Fisco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Guardia di Finanza sequestra 25 appartamenti: beni anche a Monza

MonzaToday è in caricamento