rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Seregno

I ladri avevano rubato pc e attrezzature dei bimbi disabili: il Comune aiuta a ricomprarli

Stanziato un fondo di 4 mila euro

Un gesto vile che aveva scosso non solo le famiglie e gli insegnanti. Ladri che oltre una settimana fa si erano introdotti nella scuola Rodari e dopo aver messo a soqquadro alcune aule, avevano rubato pc, Ipad e un televisore. Un gesto ancor più vile perchè all'interno della scuola c'è una sezione speciale per alunni con grave difficoltà.

Adesso l'amministrazione comunale di Seregno interviene annunciando lo stanziamento di un contributo per il ripristino della strumentazione informatica. Il Comune mette a disposizione un fondo di 4 mila euro, che verrà destinato all’acquisto di sei computer utilizzati per la didattica. Nel frattempo era stata lanciata una raccolta fondi che ha visto una grande adesione e tanta generosità, permettendo così l'acquisto di tablet molto importanti per la comunicazione dei bambini autistici. Intanto gli uffici comunali si sono già attivati per provvedere alle riparazioni dei danni provocati dai ladri. 

 “Oltre al danno economico, pur molto importante, il furto nel laboratorio della Scuola Speciale della Rodari ha portato con se un diffuso sentimento di sdegno - commenta il sindaco Alberto Rossi -. La Scuola Speciale, infatti, rappresenta un’eccellenza del nostro territorio nell’ambito dell’inclusione scolastica di bambini diversamente abili e, di conseguenza, il furto è stato percepito come un gesto odioso contro le persone più fragili della nostra comunità. Come Comune ci siamo messi immediatamente a disposizione sia per riparare i danni, sia per riacquistare per intero il materiale rubato. D’intesa con la dirigente abbiamo concordato di valorizzare il gesto di quanti hanno generosamente contribuito alla sottoscrizione pubblica lanciata all’indomani del furto. Perché, se è importante e doveroso rimediare al danno economico e ripristinare al più presto la piena operatività didattica, riteniamo che rinforzare la grande rete di solidarietà che si è stretta attorno alla Scuola Speciale possa alimentare un sentimento costruttivo e creare un circolo virtuoso di vicinanza e sostegno. Per parte nostra, come Amministrazione, siamo costantemente impegnati (sia prima che dopo questa vicenda) a sostenere con il massimo delle forzele attività della Scuola Speciale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ladri avevano rubato pc e attrezzature dei bimbi disabili: il Comune aiuta a ricomprarli

MonzaToday è in caricamento