Spaccia con "Whatsapp": pusher tradito dai messaggi dei clienti sul cellulare

In manette a Brugherio un 35enne italiano, incensurato, per spaccio di cocaina

Non usava i telefono cellulare solo per comunicare in chat con amici e conoscenti, con "Whatsapp", un pusher incensurato di 35 anni aveva messo in piedi un vero e proprio "business".

Lunedì sera i militari della stazione cittadina hanno fermato l'uomo in strada per un controllo e addosso a lui hanno trovato quattro “dosi” di cocaina. Il 35enne, residente in paese e senza precedenti alle spalle, è stato accompagnato in caserma dove, nel corso della redazione degli atti, il suo telefono non ha smesso di squillare.

Attraverso i messaggi i clienti chiedevano appuntamenti per la cessione della sostanza stupefacente ed è stato proprio il suo telefono cellulare a incastrarlo. I carabinieri grazie a una serie di messaggi in chat sono riusciti a ricostruire la sua rete di acquirenti arrestando il 35enne per detenzione ai fini dello spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento