Cronaca Lissone

Anche a Lissone un nuovo sportello contro la violenza sulle donne

Dopo la novità di Vimercate e l'imminente apertura anche a Brugherio anche a Lissone c'è uno strumento di ascolto e supporto per le donne vittime di violenza

Per far fronte al fenomeno della violenza contro le donne che ogni anno colpisce circa 3mila tra ragazze, signore e giovani, 300 di queste solo in Brianza, a Lissone apre un nuovo sportello di ascolto e sostegno.

Dopo l'iniziativa di Vimercate ora ogni lunedì dalle 14 alle 18 e su appuntamento a sabati alterni dalle 9 alle 13 in Municipio a Lissone (I piano), la dottoressa Martina Zorni e operatrici del Cadom (Centro Aiuto Donne Maltrattate) di Monza sono a disposizione gratuitamente e nella discrezione più assoluta per ascoltare e fornire informazioni e supporto alle donne vittime di violenza domestica.

Il nuovo sportello fa parte del Progetto Diade, realizzato all’interno della Rete Artemide Antiviolenza Donne nell'ambito di un accordo con la Regione Lombardia per l'attivazione di servizi e iniziative di contrasto e prevenzione della violenza sulle donne e per la protezione delle vittime di violenza; oltre al Cadom il progetto vede la collaborazione dell’Ambito Territoriale Asl di Carate Brianza e dell’Assessorato alla Persona del Comune di Lissone.

?A breve un centro antiviolenza sarà attivato anche a Brugherio per fornire un ulteriore strumento di aiuto alle donne che hanno subito o continuano a essere vittime di maltrattamenti e violenze di cui, nella maggior parte dei casi, gli autori sono i familiari. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Lissone un nuovo sportello contro la violenza sulle donne

MonzaToday è in caricamento