menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Spray al peperoncino nell'autobus: malesseri e caos tra i passeggeri, indaga la polizia

È successo nel pomeriggio di martedì su un autobus che stava attraversando via Borgazzi

Alcuni passeggeri lievemente intossicati, un bus costretto a ritornare in deposito per essere pulito. Attimi di caos nel pomeriggio di martedì 13 novembre in via Borgazzi a Monza, tutto a causa di uno spray al peperoncino utilizzato a bordo di un autobus.

L'allarme è scattato intorno alle 14.20. A lanciare l'allarme è stato l'autista che ha subito allertato i soccorsi e le forze dell'ordine e sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di viale Romagna.

Il mezzo è stato costretto a ritornare in deposito per le operazioni di panificazione. Sul caso stanno indagando gli investigatori che hanno acquisito le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso per risalire al presunto responsabile. In un primo momento alcuni passeggeri avevano indicato tre cittadini marocchini come i possibili autori del gesto, ma al momento non ci sono prove che li inchiodano. Durante una perquisizione sono stati trovati in possesso di 3 grammi di cocaina, 12 di hashish e un telefono cellulare rubato. 

“Non è una ragazzata”

Attraverso un comunicato stampa gli agenti hanno ribadito che quella che qualcuno potrebbe definire "una ragazzata può comportare una denuncia per interruzione di pubblico servizio (delitto che prevede la pena fino ad un anno di reclusione)  e getto di cose pericolose (punito con l’ammenda fino a 206 euro) oltre al risarcimento dei danni causati all’azienda dei trasporti, che potrebbero essere diverse migliaia di euro. Senza considerare le spese legali che gli autori, o i genitori qualora minorenni, dovranno sostenere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento