Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Lesmo

"Caro cliente, la sua carta di credito è bloccata": ecco la truffa via sms

Alcuni correntisti hanno ricevuto un sms con la richiesta di confermare user e password della propria carta di credito. Nulla di reale: è un tentativo di "smishing"

Un messaggio, un mittente generico - "Banca" - e il gioco è fatto. Nel mirino di una banda di truffatori, al momento ancora ignoti, è finita la Banca di credito cooperativo di Lesmo. Alcuni clienti dell'istituto di credito hanno infatti ricevuto, nei giorni scorsi, un messaggio sul proprio cellulare con il quale si chiedeva di confermare username e password della propria carta di credito. Nulla di vero, però. L'sms, infatti, altro non è che un tentativo di "smishing", una frode informatica che permette ai truffatori di sottrarre alle vittime i propri dati sensibili. 

Ai correntisti, racconta "Il Cittadino", è capitato di ricevere un messaggio dal tono abbastanza "ufficiale": “Gentile cliente, la sua carta di credito è stata bloccata. Siete pregati di accedere al sito www.verificarecarta.com per seguire la procedura di sblocco”. Al posto del numero di telefono del mittente, un generico “Banca”, che dà ancora più ufficialità all'sms. 

Il link presente nel messaggio, racconta ancora il quotidiano, rimanda a una pagina web del tutto simile all'originale, ma naturalmente falsa. Proprio attraverso questa pagina, però, i truffatori riescono a risalire ai numeri di carte di credito degli utenti che finiscono nella rete. 

"A essere colpiti - spiega il responsabile comunazione della Bcc lesmese, Claudio Dorenti, a Il Cittadino - possono essere i clienti di qualsiasi istituto. Anche nei casi in questione, ad esempio, la pagina web alla quale rimandava il messaggio riportava i loghi contraffatti delle carte di credito del circuito Visa, Mastercard e Cartasì. Abbiamo recapitato a tutti i colleghi della sede centrale e delle filiali una comunicazione su questo tipo di fenomeno". 

"Una banca - sottolinea Dorenti -  non chiede mai via sms o via mail di inviare dati sensibili per confermare o sbloccare utenze. Metteremo degli avvisi sul nostro sito internet e sulle nostre pagine social. Abbiamo subito diversi attacchi negli ultimi mesi alle nostre carte di credito ma, per fortuna, nessuno è andato a buon fine". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caro cliente, la sua carta di credito è bloccata": ecco la truffa via sms

MonzaToday è in caricamento