Truffa auto, banda italo libanese operava tra Monza e Berlino: 16 arresti

Rivendevano auto usate dopo avere fatte "sparire" grazie alle potenzialità del web. A condurre l'operazione i Carabinieri di Milano

MONZA - Rubavano auto in Lombardia e le rivendevano come se fossero nuove: dalle prime ore del mattino è in corso a Milano, Como, Varese, Bologna e Treviso una vasta operazione condotta dai carabinieri del capoluogo lombardo. Sono 16 le ordinanze di custodia cautelare a cui i militari stanno dando esecuzione nei confronti di un'organizzazione internazionale che, sfruttando le potenzialità della rete, faceva "sparire" le automobili di chi voleva venderle, falsificando poi  i documenti di immatricolazione per rivenderle all'estero a prezzo maggiorato.A capo dell'organizzazione, tre commercianti di nazionalità libanese che agivano tra Monza e Berlino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento