Uomo legato in commissariato, "nessun reato"

In relazione al caso dell'immigrato legato mani e piadi a terra in commissariato a Monza il fascicolo aperto dalla Procura si avvia verso l'archiviazione perchè relativo a "atti non costituenti reato" ma in Senato arriva un'interrogazione

Il commissariato di Monza

Si tratta di ''atti non costituenti notizia di reato" e il fascicolo inerente alla foto di un immigrato legato mani e piedi a terra nell'atrio del commissariato di Monza, arrivato sulla scrivania del questore di Milano, Luigi Savina, sembra essere prossimo all'archiviazione (Qui la vicenda e la foto).  

Secondo la nota ufficiale diffusa dalla Questura del capoluogo lombardo la condotta degli agenti non ha costituito violazione di immagine e l'intervento è stato necessario in seguito all'arresto dell'uomo che, in stato di alterazione psicofisica dovuta ad abuso di alcol, aveva colpito al volto un altro immigrato e provocato lesioni agli agenti.

Il 29enne straniero era infatti stato arrestato per resistenza, lesioni e minacce a pubblico ufficiale.

Sul caso si è espresso anche il sindacato di Polizia Siap che ha commentato così l'accaduto: "Esprimiamo rammarico per quanto accaduto a Monza e ricordiamo che chi ha fatto la foto, evidentemente un operatore di polizia, aveva prima di tutto gli obblighi di polizia giudiziaria ovvero di intervenire se riteneva di trovarsi di fronte a un reato''.

Nonostante la faccenda sembra essere stata chiarita i senatori di Sel Luigi Manconi e Peppe De Cristofaro hanno mostrato la volontà di presenteranno una interrogazione parlamentare a Palazzo Madama. Oltre a questo specifico episodio i due senatori hanno commentato un fatto avvenuto a Napoli dove il rappresentante della comunità senegalese in seguito a una retata della Guardi di Finanza contro alcuni ambulanti abusivi ha denunciato violenze da parte di alcuni uomini delle Fiamme Gialle.

"Tutto questo deve indurre a una riflessione da parte del governo e in particolare da parte dei ministeri da cui dipendono le forze di polizia sui criteri con cui le stesse vengono formate e addestrate. Sembra potersi dire che si rivela con drammatica frequenza un deficit di preparazione e di consapevolezza dei diritti dei cittadini" hanno spiegato i due senatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento