Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

Uno dei due risiede in paese, l'altro a Casatenovo: dovranno risarcire i danni causati a cordolo e cartello stradale

Sono stati individuati dalla polizia locale i due giovani che, nel fine settimana passato, si sono andati a schiantare a centosessanta chilometri orari contro un muro a lato della carreggiata della Strada Provinciale 51, in località Torrevilla di Monticello Brianza. Com'è noto, i due hanno filmato la loro "impresa" e l'hanno divulgata sulla rete, scatendando l'ironia dei naviganti sull'avvenimento.

Le indagini della Locale

È stata la polizia locale di Monticello Brianza a risalire all'identità dei due, individuati grazie alle testimonianze dei residenti della zona. I colpevoli, o le famiglie, dovranno risarcire alla Provincia di Lecco i danni causati allo spartitraffico posto nelle prossimità della rotonda e alla rotonda, da cui hanno divelto un cartello stradale.

L'incidente è andato inscena tra venerdì 6 e sabato 7, rilevato da una pattuglia della Tenenza della Guardia di Finanza di Cernusco Lombardone che in quel momento è passata sul posto. I finanzieri hanno rilevato le generalità dei due giovani e hanno atteso la pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Merate; successivamente la strada è stata liberata grazie all'intervento del carro attrezzi, che ha prelevato l'Alfa Giulia e l'ha portata in officina.

I due sono risultati essere residenti nella stessa Monticello Brianza, quello alla guida, e, l'altro, a Casatenovo: è stato quest'ultimo a registrare il fimato, poi diffuso su WhatsApp e, da lì, sul web.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa la spesa e paga con bancomat rubato poi lo nasconde nelle mutande: denunciato

  • Prostituzione e atti osceni nel parcheggio, maxi controllo dei carabinieri al Colleoni

  • Tragedia in stazione, ragazzo travolto dal treno mentre attraversa i binari: linea bloccata

  • Incidente sul lavoro in fabbrica a Biassono, operaio si ferisce alla mano con la fresa

  • Orrore in treno, cerca di spogliare e stuprare una ragazza: lei si difende e lo fa scappare

  • Le rubano il telefono in stazione a Monza e poi chiedono un "riscatto"

Torna su
MonzaToday è in caricamento