Multava i colleghi "antipatici": vigile licenziato

Se litigava con un collega non ci pensava due volte: tirava fuori il blocchetto, sfilava la penna dal borsello e alla prima occasione gli affibbiava una bella multa.

Abuso di potere: il vigile metteva multe ai colleghi

MONZA - Se litigava con un collega non ci pensava due volte: tirava fuori il blocchetto, sfilava la penna dal borsello e alla prima occasione gli affibbiava una bella multa. Il vigile poco "urbano" lavorava alla polizia locale di Monza: quando le voci sul suo conto sono arrivate alle orecchie dei dirigenti esasperati, e soprattutto i verbali sono finiti sul tavolo, è stata avviata una scrupolosa indagine interna. Risultato? L'agente è stato licenziato.

A quanto si apprende il vigile, in servizio da anni, avrebbe ripetutamente creato tensioni con i colleghi: sono  stati loro a denunciare l'abuso di potere.  "Non si tratta di una decisione di carattere amministrativo o politico" ha precisato in merito all'accaduto l'assessore al Personale Rosario Montalbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento