Litigano e sferra un pugno al volto alla compagna a Monza

A colpire con violenza la donna tra le mura domestiche è stato un imprenditore 43enne: non era la prima volta che le riservava questo trattamento

L'intervento del personale dei carabinieri

Le ha tirato un pugno al volto e l'ha trattenuta per un braccio fino a stortarglielo e farla cadere a terra.

E' così che un imprenditore di 43 anni a Monza ha trattato la propria compagna perdendo la pazienza durante una lite familiare in casa.

L'episodio è avvenuto nel capoluogo brianzolo nel fine settimana quando nell'appartamento dove i due vivono è scoppiata una discussione.

I toni si sono accesi fino a far seguire alle urla le botte.

La vittima, dopo essere caduta a terra, era riuscita ad allertare i carabinieri che sono intervenuti immediatamente grazie a una pattuglia del Nucleo Operativo Radio Mobile. 

L'imprenditore è stato arrestato e per lui è stato disposto il divieto di avvicinamento alla donna. La signora invece è stata trasportata per le medicazioni al San Gerardo dove i dottori hanno rilevato lesioni al volto e al gomito.

Gli accertamenti successivi hanno permesso di portare alla luce precedenti analoghi episodi di violenza da parte dell'uomo nei confronti della convivente: dal febbraio scorso il 43enne aveva iniziato a minacciarla e a picchiarla senza che lei fosse mai arrivata a denunciare l'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento