Salute "in rosa": oltre 350 le donne che hanno aderito all'iniziativa

Sono state 410 le pazienti che hanno prenotato un esame o una visita nelle strutture sanitarie dell'Asst di Monza

La salute della donna al centro. Sono state 410 le pazienti che durante la (H)Open Week hanno prenotato una prestazione gratuita nelle strutture dell’Azienda Sociosanitaria Territoriale di Monza.

L’iniziativa era stata organizzata dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, per offrire visite e consulti clinici, diagnostici e informativi, percorsi di prevenzione e cura con particolare attenzione alle specifiche esigenze delle donne. In dieci giorni hanno risposto all’iniziativa 410 donne che hanno prenotato una prestazione gratuita mentre sono state 357 quelle che effettivamente si sono presentate all’appuntamento. La Asst di Monza, rispetto alle date previste per l’iniziativa (dal 22 al 28 aprile), ha fatto di più, mettendo a disposizione i propri specialisti per ben 10 giorni, dal 19 al 29 aprile.

I due presidi di Monza e Desio, premiati con l’assegnazione dei “Bollini Rosa”, il riconoscimento che attesta l’impegno dei due nosocomi della Asst di Monza come strutture a “misura di donna”, sono stati subissati di richieste. Diversi reparti dell’ospedale San Gerardo, che ha ricevuto tre bollini e quelli dell’ospedale di Desio, che ne ha ricevuti due, hanno dato consigli, indicazioni cliniche e distribuito materiale informativo a seconda delle specialità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento