I Baci Perugina imparano il dialetto: novità per le dediche sui cioccolatini

Si tratta dell'iniziativa "Parla come baci": selezionati cento proverbi in nove dialetti

I Baci Perugina parlano anche il dialetto. Le famose frasi più o meno romantiche dei cioccolatini saranno scritte in nove dialetti regionali per l'edizione speciale "Parla come Baci". Dal siciliano al genovese, dal romano al piemontese, detti e proverbi per rendere omaggio all'Italia e alle sue differenti culture.

baci-2

Dal milanese "I inamoraa guarden minga a spend" (Gli innamorati non badano a spese), al napoletanissimo "Ògne scarrafóne è bèll’ ‘a màmma sóia" (Ogni scarafaggio è bello per sua madre), Baci Perugina ha selezionato cento tra detti e proverbi popolari di nove dialetti diversi: milanese, pugliese, genovese, romano, veneto, siciliano, piemontese, napoletano e perugino. "I proverbi dialettali — spiegano dall'azienda con una nota — sono massime autorali che rispecchiano l’appartenenza a una cultura e a un luogo specifici ma il cui significato è universalmente riconosciuto poiché si rifà ai grandi temi che accomunano tutti: l’amore, l’amicizia, la famiglia, il lavoro e così via".

Ogni cartiglio contiene un proverbio diverso in dialetto con la traduzione in italiano, su ogni singolo incarto del cioccolatino invece è incisa la traduzione di “bacio” nei dialetti scelti. "La saggezza popolare ha tramandato di generazione in generazione detti che ancora oggi risuonano attuali e veritieri e che spesso sono utilizzati, sia da grandi che da giovani, come intercalari che ravvivano un discorso e che addirittura lo rendono concreto e persuasivo per la forma imperativa e quasi sacrale nella quale sono espressi", spiega l'azienda umbra.

Dialetto, una scelta non casuale. Come dimostrato da un recente studio condotto da Baci Perugina, tra i millennials la curiosità di scoprire i dialetti è molto forte: desiderio di creare un legame forte con la propria famiglia (67%), volontà di conoscere la storia di determinati termini ed espressioni (59%) o possibilità di arricchire il proprio parlato con espressioni colloquiali (52%). Sono queste alcune delle ragioni per le quali sei giovani su dieci utilizzano il dialetto e sono incuriositi dalla possibilità di impararlo.

Non solo. "Parla come Baci" sarà anche una piattaforma digitale. Sul sito della società si potranno condividere i detti popolari della propria città o regione creando una vera e propria mappa interattiva dell'Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento