Nessun intralcio, Bea e Cem Ambiente verso la fusione

Arrivano i pareri tecnici sulla prosecuzione della procedura che punta a unire le due aziende del territorio nonostante le perplessità sollevate dai Cinque Stelle e da Andrea Monti sulle "Assunzioni difformi nell'Assemblea di Cem Ambiente"

Un mezzo Cem Ambiente

La fusione tra Cem Ambiente e Bea procede a passo spedito.

Non hanno arrestato le trattative tra le due società, suggellate lo scorso 18 dicembre, nemmeno le polemiche sulle presunte difformità contenute nell'atto con cui i due consigli di amministrazione avevano optato per la fusione e i termini in cui la questione era arrivata in consiglio provinciale.

A fare chiarezza e a indicare le modalità di prosecuzione del progetto che punta all'unione delle due società ci penseranno i pareri dei tecnici.

E' infatti in partenza, annunciano le due aziende, un tavolo di lavoro congiunto in vista degli ulteriori sviluppi dell’operazione.

Le due società precisano inoltre che il mandato ricevuto dai consigli comunali è perfettamente in linea con l'intenzione di valutare la prospettiva di fusione e le modalità in un certo periodo di tempo, dal momento che lo scambio di azioni reciproco era un elemento accessorio e non fondamentale per procedere su questo percorso.

"È già stato avviato - comunicano le due Società - un tavolo di lavoro per predisporre un Piano di azione riferito alle attività da porre in essere per preparare il progetto di fusione e realizzare le verifiche e le valutazioni congiunte propedeutiche alla decisione che dovranno assumere i Soci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sollevare dubbi e perplessità sul processo di fusione e su diciture mancanti e difformi tra i verbali approvati dai consigli di amministrazione di Cem e Bea e gli atti della Provincia di Monza e Brianza era stato per primo il consigliere regionale a Cinque Stelle Ginamarco Corbetta e poi il capogruppo in consiglio provinciale Andrea Monti che ha presentato a dicembre una mozione con oggetto "Assunzioni difformi nell'Assemblea di Cem Ambiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento