Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Orari dei negozi, dalla regione "No" secco alla liberalizzazione

Il consiglio regionale martedì ha approvato una mozione della Lega Nord contro la liberalizzazione degli orari del commercio. "E' tema di competenza regionale". Sconfitto l'assessore Maullu

Il consiglio regionale, nella seduta di martedì, ha preso posizione contro la liberalizzazione degli orari del commercio recentemente decisa dal governo Monti.

Lo ha fatto attraverso una mozione presentata dalla Lega Nord che richiama la competenza esclusiva regionale in materia di commercio: in pratica, a prescindere dal merito della questione, il problema è un conflitto di competenze tra enti locali e Stato. Non a caso anche altre regioni si sono già mosse in tal senso.

Nelle ragioni della mozione è stata comunque evidenziata la contrarietà della Lega a una liberalizzazione "indiscriminata", che secondo il capogruppo Stefano Galli "porterà a una deregulation selvaggia a vantaggio esclusivo delle grandi catene, soprattutto francesi e tedesche". Secondo Galli, con la liberalizzazione degli orari lo scenario inevitabile sarà la chiusura di molti negozi, la perdita di migliaia di posti di lavoro e la desertificazione dei centri storici a causa della "concorrenza sleale, perché ad armi impari, dei centri commerciali".

La mozione è stata votata da tutti i partiti presenti in consiglio, compreso il Pd che - a livello nazionale - è favorevole al provvedimento di Monti. Arianna Cavicchioli ha specificato che il decreto Monti interferisce inequivocabilmente sulla competenza regionale. Secondo la consigliera del Pd, il problema principale è che non si il commercio "ha già dato", nel senso che già è stata accolta una sfida con le "lenzuolate", cioè le liberalizzazioni di Bersani quand'era viceministro.

"La liberalizzazione degli orari tout court - ha spiegato la Cavicchioli - considerando che il 90% delle attività ha meno di 5 dipendenti, potrebbe portare effettivamente ad alcune chiusure".

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orari dei negozi, dalla regione "No" secco alla liberalizzazione

MonzaToday è in caricamento