Il Padiglione Estone sarà made in Brianza, firmato l'accordo

L'intesa mercoledì nella sede della Camera di Commercio di Monza

L'accordo stretto nella sede della Camera di Commercio di Monza

Brianza sempre più protagonista per Expo 2015.

A Monza mercoledì mattina nella sede della Camera di Commercio, alla presenza del Presidente Carlo Edoardo Valli, è stato firmato l’accordo per la realizzazione del padiglione Estone per l’evento in programma a maggio con garanzia made in Brianza.

Un insieme di sette imprese brianzole, con la Redaelli Costruzioni Spa come capofila, ha firmato l’accordo che impegna la cordata come General Contractor per il Padiglione della Repubblica d’Estonia. Presenti mercoledì mattina anche Andres Kask Vice Commissario del Padiglione estone, Massimo Manelli Responsabile del Tavolo di Coordinamento di Brianz@Expo2015, i rappresentanti delle associazioni di categoria partecipanti Brianz@Expo2015, Géza Szocs Commissario Generale del Padiglione dell'Ungheria, Michael Berger Console Commerciale dell’Austria e Giorgio Franco Aletti Console Onorario della Repubblica Ceca.

"Le imprese della Brianza hanno ottenuto risultati importanti che significano per il nostro territorio opportunità di lavoro e occasioni per dimostrare al mondo intero il saper fare della Brianza. Un percorso coordinato da Brianz@Expo, l'associazione nata da un’intuizione del Consiglio della Camera di commercio e a cui hanno aderito tutte le associazioni di categoria - ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza e di Brianz@Expo2015. Il nostro impegno è indirizzato non solo all'oggi ma anche all’ “Expo che resta”, a quella rete di relazioni e di possibilità, e insieme anche di infrastrutture, che rappresentano un’eredità per il territorio".

L’accordo firmato mercoledì è un altro importante risultato che si aggiunge all’impegno delle altre aziende del distretto di Monza e Brianza coinvolte nei lavori di realizzazione di 11 Padiglioni Self Built di Expo 2015, su un totale di 30 presenti.

Saranno made in Brianza anche i padiglioni di Angola, Israele e Malesia, Austria, Ungheria, Il Bahrein, Cina, Repubblica Ceca: questi infatti hanno affidato la realizzazione di diversi componenti o impianti dei propri Padiglioni Paese ad aziende del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento