rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Economia

Sciopero Amazon, consegne a rischio: scioperano i fattorini: "Carichi di lavoro eccessivi"

I lavoratori protestano contro i ritmi di lavoro estenuanti. La replica dell'azienda

Continua lo sciopero dei fattorini di Amazon in vista del presidio in piazza XXV Aprile, a Milano, che si tiene a partire dalle dieci di mattina di martedì 26 febbraio con la conseguenza del blocco delle consegne in gran parte della Lombardia, e per il quale è prevista anche la partecipazione del neo segretario generale della Cgil, ed ex leader della Fiom, Maurizio Landini.

Nella mattinata di martedì lo sciopero interessa alcuni depositi di Amazon del Milanese e della Brianza: Burago di Molgora (MB), via Toffetti (MI) e e Origgio (Varese). Lo sciopero riguarda le condizioni imposte dall'azienda di e-commerce che i driver giudicano eccessive, con ritmi di lavoro estenuanti e un numero di pacchi da consegnare che arriva anche al doppio della media per questo genere di lavoro.

La richiesta di Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti è quella di un intervento responsabile di Amazon e di un "piano concreto sul carico di lavoro e sulle assunzioni per redistribuire le consegne, aumentare la qualità e costruire lavoro stabile. Perché se il futuro sarà digitale e smaterializzato le persone continueranno ad essere un valore".

La replica di Amazon

L'azienda statunitense ha commentato così le mobilitazioni: "Per le consegne ai clienti, Amazon Logistics si avvale di piccole e medie imprese specializzate. Attraverso i fornitori di servizi di consegna, gli autisti percepiscono salari competitivi e benefit. Amazon richiede che tutti i fornitori dei servizi di consegna rispettino le leggi vigenti e il Codice di Condotta dei Fornitori di Amazon, che prevede salari equi, orari di lavoro e compensi adeguati: effettuiamo verifiche regolari e conduciamo indagini su qualsiasi segnalazione di non conformità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Amazon, consegne a rischio: scioperano i fattorini: "Carichi di lavoro eccessivi"

MonzaToday è in caricamento