Centotrentasei gioielli della Brianza aperti ai visitatori: torna "Ville aperte"

Le dimore nobiliari della Brianza saranno aperte al pubblico e visitabili

Sarà di nuovo Ville Aperte in Brianza dal 16 settembre al 1° ottobre, manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza che ogni anno permette di scoprire piccoli e grandi gioielli del patrimonio culturale della Brianza, con aperture straordinarie e visite guidate. Complessivamente sono 136 i beni aperti al pubblico, di queste dodici sono nuove aperture: dimore nobiliari che non sono mai state visitate durante le edizioni precedenti.

“Ville Aperte cresce ancora e per la XV edizione offre nuove opportunità per scoprire scorci inediti delle Brianze e occasioni insolite per immergersi nei luoghi della cultura: una formula di successo che consolida i servizi di rete offerti dalla Provincia e le preziose partnership consolidate con il territorio” – spiega il Vicepresidente della Provincia MB, Roberto Invernizzi.

Le novità dell'edizione 2017

Complessivamente sono 12 le nuove aperture per questa edizione, la maggior parte nel territorio della Brianza monzese, a partire dalla città capoluogo, Monza, dove grazie all’attività della locale delegazione del Fai sarà possibile visitare il complesso di San Gerardino. A Briosco altri due siti privati saranno visitabili, i Mulini di Peregallo e la Fornace Artistica “Riva”: entrambi propongono visite guidate in forma laboratoriale, adatte anche a famiglie con bambini. A Brugherio sarà possibile visitare “Villa Sormani”, bell’esempio di barocchetto lombardo. La chiesa di Sant’Eugenio, risalente all’VIII secolo, sarà visitabile a Concorezzo. Lentate sul Seveso organizza quest’anno nella frazione di Copreno le visite all’Oratorio di Sant’Alessandro. Ancora nella Brianza monzese, per la prima volta sarà possibile visitare Villa Dho a Seveso, mentre a Sovico si svolgeranno le visite guidate alla Chiesa Vecchia con la collaborazione del comitato parrocchiale. Un nuovo sito visitabile anche a Vimercate, nel cui territorio Ville Aperte è nato nel 2003: domenica 24 settembre ci saranno visite guidate al Parco di Villa Santa Maria Molgora.

Un’altra novità è rappresentata dalla visita dell’area dell’Ex cral Antonini Corberi all’interno del Complesso Architettonico di proprietà provinciale adiacente a Villa Pusterla al Mombello di Limbiate. Si tratta di uno spazio che racconta la storia più recente di un sito dalle alterne vicende, con visita esterna ai locali dove i dipendenti dell’ex ospedale psichiatrico svolgevano le attività ricreative insieme alle proprie famiglie.   

Alcune new-entry anche nel territorio lecchese, con l’apertura a Montevecchia dell’Oratorio di San Bernardo, a Cremella Villa del Bono, a Oggiono la Cascina Ghisolfa, a Olgiate Molgora Villa Maria di Mondonico mentre nella Brianza comasca, con l’adesione di Cabiate con Villa Padulli.

Come prenotare e quanto costano le visite

Partecipare a Ville Aperte 2017 è facile.  Le visite guidate si effettuano su prenotazione. Una volta scelti i beni da visitare, è possibile prenotare sul sito web www.villeaperte.info a partire dal 7 settembre. Il costo del biglietto è di 4 € a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni. L’accompagnamento alla visita è curato anche da guide abilitate e da associazioni culturali, ma non mancano progetti che prevedono il coinvolgimento degli studenti del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento