Contro la chiusura del parcheggio di piazza Cambiaghi arriva una petizione

"Spero che l'Amministrazione riveda questa scelta, così come lo sperano i cittadini e commercianti che, allarmati, mi hanno contattato e con i quali, in questi giorni, stiamo lanciando una raccolta firme" ha detto la consigliera Martina Sassoli

Il parcheggio di piazza Cambiaghi a Monza pare destinato a chiudere i battenti. Ad annunciarlo, nelle scorse settimane, era stato lo stesso assessore alla viabilità Paolo Confalonieri. Se la soluzione di chiudere definitivamente l'area di sosta a pagamento, privilegiando i parcheggi interrati, per l'amministrazione comunale sembra essere la scelta vincente per risolvere alcuni problemi legati al controllo dell'area, c'è chi non la pensa allo stesso modo e la giudica una "resa".

"L'intenzione di togliere i parcheggi nell'area Cambiaghi, come letto negli scorsi giorni, infatti, significa creare un doppio problema anziché risolverne uno solo" - fa sapere la consigliera di Forza Italia Martina Sassoli - "Anziché cercare di regolare e sanzionare i pochi incivili che creano caos e disagi nell'area Cambiaghi, la Giunta avrebbe deciso di eliminare la sosta tout court. Così da gravare ulteriormente sulle condizioni del centro storico, già di per sé piegato dalla scarsità di parcheggi, e dell'area stessa che, in assenza del naturale presidio che si crea grazie al passaggio delle persone che utilizzano l’area come sosta, diventerà ancor di più un deserto dei tartari e luogo di desolazione incivile".

"La piazza Cambiaghi è da sempre il tallone d'Achille della Giunta, la quale non è mai riuscita a presidiarla con i controlli, facendola diventare una sorta di terra di nessuno dove di notte, o d'estate, cioè proprio quando c'è minor passaggio, tutto può accadere. Dagli schiamazzi, alle partitelle di pallone, fino ad arrivare alle scene poco edificanti da guerriglia urbana con lancio di bottiglie e pestaggi, l’area di per sé poco fortunata, oggi rischia ancora di più" continua Martina Sassoli che, raccogliendo i numerosi appelli arrivati da più parti, ha deciso di promuovere una raccolta firme per chiedere al comune di ripensare la chiusura.

"Spero che l'Amministrazione riveda questa scelta, così come lo sperano i cittadini e commercianti che, allarmati, mi hanno contattato e con i quali, in questi giorni, stiamo lanciando la raccolta firme per chiedere all'amministrazione di non condannare definitivamente Piazza Cambiaghi a un destino di abbandono, ma al contrario di farla rinascere con un maggior controllo mantenendo l'indispensabile parcheggio di superficie" ha spiegato la consigliera azzurra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La raccolta firme a cui si sta lavorando in questi giorni sarà aperta a tutti e sarà possibile partecipare alla petizione in tutti gli esercizi pubblici (bar, ristoranti, negozi e uffici) che daranno la propria disponibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

  • Pizza e cocaina nel locale, tre arresti dei carabinieri a Giussano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento