Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Monza e Brianza all'Expo con "Agricoltura Sociale Lombardia"

Cinque le realtà brianzole coinvolte. La rete sarà presente con uno stand interattivo a Cascina Triulza per testimoniare la propria esperienza e raccontare la vittoria di un modello auto-sostenibile e di inclusione sociale

Il progetto “Agricoltura Sociale Lombardia” che mette in rete 54 realtà del territorio che valorizzano prodotti di qualità, biologici e a km zero promuovendo un modello sociale sostenibile e attento alle realtà svantaggiate sarà presentato a Expo.

A Cascina Triulza, il padiglione della società civile, lunedì 25 maggio si terrà un laboratorio di partecipazione mentre il 27 maggio è in programma il workshop ufficiale. Dal 25 al 31 maggio e dal 28 settembre al 4 ottobre la rete sarà presente con uno stand interattivo dove le realtà protagoniste testimonieranno la propria esperienza e racconteranno la vittoria di un modello auto-sostenibile, rispettoso del pianeta e capace di valorizzare i suoi prodotti genuini. La neonata rete lombarda aggrega oggi 54 realtà agricolo-sociali della Lombardia promulgando un nuovo modello di sviluppo sostenibile che mette insieme agricoltura e inclusione di soggetti svantaggiati.

Il progetto ha già raggiunto sette province lombarde, da Bergamo a Como, passando per Lecco, Lodi, Mantova, Milano e Monza e Brianza, quest'ultima attiva con cinque realtà. Nel nostro territorio ad “Agricoltura Sociale Lombardia” hanno aderito la Cooperativa Agricola Sociale Luna Nuova Onlus di Carate Brianza, Lo Sciame cooperativa sociale Onlus di Arcore, Scuola Agraria del Parco di Monza, Società Cooperativa Sociale Azalea Onlus di Lissone, Solaris Lavoro e Ambiente Cooperativa Sociale Onlus di Triuggio.

Alla rete hanno preso parte realtà differenti, in contesti territoriali diversi ma accumunati da obiettivi condivisi tra cui l’inclusione sociale di persone in difficoltà o con disabilità e ancora il sostegno reciproco e lo scambio di buone pratiche con la progettazione di azioni comuni e l’approfondimento di nuove opportunità.

“La Provincia sostiene questa esperienza fin dal suo esordio – spiega Gigi Ponti, Presidente della Provincia – ed è in prima fila per diffonderne il modello innovativo riconoscendo il valido principio ispiratore che ben si colloca nell’Esposizione Universale di Milano, a partire da “nutrire il pianeta” fino a “energia per la vita”.

Il progetto è promosso dalla Provincia di Mantova, in qualità di ente capofila e promotore della partnership con le Province di Monza Brianza, Como, Bergamo, Lecco, Lodi, Milano e da Regione Lombardia, avente un ruolo di coordinamento e cofinanziamento. Il coordinamento progettuale è affidato al Centro Polivalente Bigattera Azienda Speciale Formazione Mantova - ForMa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza e Brianza all'Expo con "Agricoltura Sociale Lombardia"

MonzaToday è in caricamento