rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Siccità

Il sindaco brianzolo che invita a non usare l'acqua (in certi orari)

L'invito ai cittadini ad usare questo bene prezioso con parsimonia

Il sindaco di Biassono Luciano Casiraghi invita i cittadini a non utilizzare l'acqua potabile dalle 6 alle 22. Un avviso pubblicato sul sito del comune e sulla pagina Facebook istituzionale che ha immediatamente fatto discutere. E accanto a chi ha condiviso e appoggiato l'invito del borgomastro (sollecitando in alcuni casi anche il vero e proprio divieto), c'è chi ha criticato questa scelta. 

"Vista la situazione di siccità che unitamente alle temperature particolarmente elevate del periodo sta determinando sul territorio regionale una diffusa e progressiva penuria idrica, dalle 6 alle 22, il sindaco borgomastro Luciano Casiraghi invita la popolazione a non utilizzare l'acqua potabile per innaffiare orti e giardini, lavare autoveicoli (esclusi gli usi industriali e commerciali), riempire piscine" si legge sull'avviso ufficiale.

Un divieto che si estende a tutti i giorni della settimana. Naturalmente via libera all'utilizzo dell'acqua potabile per l'uso domestico e igienico sanitario. 

Un invito e nessuna restrizione quella del sindaco di Biassono, in linea con la comunicazione dei giorni scorsi arrivata da Brianzacque. In Brianza, infatti, la situazione non è ancora allarmante come in altre province della Lombardia. "Non possiamo nascondere la nostra preoccupazione per la recente prolungata assenza di precipitazioni che, unitamente a temperature sopra la media del periodo, sta determinando una generalizzata e progressiva penuria idrica che interessa corsi d’acqua, canali ed invasi sull’intero territorio regionale lombardo - aveva spiegato nei giorni scorsi Ludovico Mariani, direttore dell'area tecnica di Brianzacque -. Tuttavia, per quanto riguarda il nostro territorio, la progressiva conoscenza degli acquiferi che alimentano l’acquedotto, basata sui numerosi dati raccolti ed elaborati oltre che su studi svolti con la collaborazione di altri gestori idrici lombardi ed importanti enti Universitari, evidenzia la grande capacità di accumulo delle nostre falde e la loro possibilità di affrontare transitori critici come quello in corso. Tale condizione, unitamente all’elevato tasso attuale di disponibilità dei pozzi in piena efficienza sul territorio brianzolo, ci permette di guardare con una certa tranquillità ai mesi estivi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco brianzolo che invita a non usare l'acqua (in certi orari)

MonzaToday è in caricamento