Cibo e solidarietà / Centro Storico

Un risotto "da passeggio" per aiutare i poveri

In Arengario una giornata speciale voluta dal comune per informarsi e fare del bene

Andrà tutto favore della mensa dei poveri del santuario di Santa Maria delle Grazie il ricavato del risotto "da passeggio" che i monzesi potranno degustare sabato 6 maggio in piazza Roma in occasione della giornata organizzata dal comune, in collaborazione con Sodexo, per far conoscere ai cittadini il sistema di ristorazione delle scuole cittadine. 

"Buono Così", il titolo del progetto, presentato nella giornata di venerdì 28 aprile in sala giunta dal sindaco Paolo Pilotto e dal direttore del segmento scuole di Sodexo Franco Bruschi - e alla presenza del dirigente del settore scuole e biblioteche Michele Siciliano e di fra' Celestino Pagani del convento delle Grazie -  pensato per mostrare a genitori e famiglie come funziona il servizio di ristorazione scolastica nelle scuole della città e che sarà appunto anche l'occasione per fare del bene e sostenere la mensa dei poveri del santuario di via Montecassino. Facendo una piccola donazione e gustandosi un buon risotto preparato direttamente dalla cuoche che quotidianamente lavorano nei refettori scolastici. "Conoscere e condividere i servizi promossi dal comune, gli operatori impegnati quotidianamente e i continui sforzi tesi al miglioramento della qualità sono gli obiettivi di ‘Cosa abbiamo in comune’ - ha spiegato il primo cittadino Pilotto - Si tratta del primo di una serie di appuntamenti con i cittadini: cominciamo dalla ristorazione scolastica perché è uno dei servizi comunali più diffusi e capillari in città e che merita di essere conosciuto anche da coloro che non hanno figli iscritti nelle scuole”.

Dalla scuola Confalonieri il cibo per i poveri

A partire dalle 11 ai piedi dell’Arengario sarà dunque allestito un percorso esperienziale del refettorio con guide esperte che realizzeranno laboratori per bambini e che spiegheranno alla cittadinanza l’organizzazione e i messaggi educativi dell’iniziativa. Si parlerà di filiera e di fornitori, di qualità dei pasti che vengono quotidianamente serviti ai più piccoli ma anche di riduzione dello spreco di cibo. A tal proposito proprio la scuola media Confalonieri sarà presente all'inziativa quale testimone del consumo consapevole. E' stato infatti siglato un accordo secondo il quale le eccedenze alimentari provenienti dalla mensa dell'istituto, e in particolare pane e frutta, saranno donate anch'esse alla mensa dei poveri del santuario delle Grazie. 

20230428_112114-6

La giornata in Arengario e il "grazie" ai volontari 

A condurre l'iniziativa, che vedrà dalle 11 l'apertura degli stand informativi, del refettorio in mostra e dei laboratori per bambini, sarà Francesca Barberini, conduttrice televisiva, foodwriter, gastronoma e autrice di libri di cucina. Dalle 12 sarà poi possibile degustare, attraverso un apposito ticket a offerta libera, un risotto da "passeggio" (alla salsiccia, manco a dirlo, oppure vegetariano) e un dessert. Dalle ore 15.45 è stato infine inserito in programma il "grazie" speciale del comune rivolto ai volontari che hanno partecipato alle "Pulizie di Primavera" il 15 aprile, la giornata di impegno civico che da anni coinvolge migliaia di volontari nella cura della città, per i quali verrà offerta una merenda per adulti e bambini a base di pane con gocce di cioccolato e succo di frutta, fino ad esaurimento scorte.

Sodexo in numeri a Monza

Sodexo è attiva nella città di Monza per offrire un servizio di refezione scolastica di alta qualità in 49 scuole comunali e statali cittadine (21 scuole primarie, 8 asili nido, 3 centri diurni per disabili, 7 secondarie di primo grado e 10 scuole per l’infanzia), con materie prime 100% biologiche e nazionali, attività di educazione alimentare con 18 progetti in 23 scuole, oltre ad analisi del gradimento dei piatti e iniziative per la consapevolezza e la riduzione dello spreco del cibo. Il direttore del segmento scuole di Sodexo, Franco Bruschi ha aggiunto: “Ringraziamo il comune di Monza per l’opportunità che ci dà di far conoscere ai cittadini un servizio così delicato e importante come quello della ristorazione scolastica. Con l'iniziativa 'Buono Così', possiamo raccontare tutte le fasi della preparazione del pranzo dei ragazzi, come viene realizzato il menu nelle cucine e far conoscere direttamente alcuni fornitori che saranno presenti all’evento. Il nostro impegno verso i fornitori è quello di lavorare in partnership per sostenere le loro filiere e poter offrire prodotti di valore e un servizio qualitativo. Il lavoro che svolgiamo quotidianamente per il comune ci porta a preparare in media 6 mila pasti al giorno e, allo stesso tempo, a svolgere un servizio di educazione alimentare realizzato in stretta collaborazione con scuola e famiglie per attivare la consapevolezza dell’importanza di una buona e sana alimentazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un risotto "da passeggio" per aiutare i poveri
MonzaToday è in caricamento